Audi Sport Club a Bobb Gear

mercoledì 17 maggio 2017

Non c'è 2 senza 3!!!

Domenica 7 Maggio, sotto ad un cielo plumbeo è andata in scena la Terza edizione de Le Strade Dei quattro Anelli, la partenza degli equipaggi, come di consueto, è avvenuta da Vicenza, ed in particolare dalla Concessionaria Autovega.

Al via un'altissima percentuale di Audi, oltre il 60%, ma anche qualche mezzo che seppur sprovvisto dei quattro anelli non è passato certamente inosservato, come la Lancia 037 della coppia Arangino - Tempesta della Club 91 Squadra Corse o la Porsche 993 4S del duo Cavajoni - Turbini, già saliti sul podio nell'edizione precedente della manifestazione.
Da aggiungere alla compagine dei piloti, anche la coppia Tamburini (ex collaudatore Alfa Romeo) - Stacco,  e Zivian - Ceschino dell' Audi quattro Historic Rally Team, che anche in questa occasione hanno accettato di buon grado il nostro invito!

Presenti anche due equipaggi stranieri, rigorosamente su vetture della casa di Ingolstadt, provenienti dalla Svizzera e dalla Germania, da sottolineare inoltre la presenza dei vincitori della seconda edizione de Le Strade Dei quattro Anelli: la coppia "Cin - Cin" Moscato - Martini su NSU 1000c del 1971 e portacolori del Progetto MITE e dell' NSU Club Italia.

Teatro di questa Terza edizione, in questa occasione non sono state le colline trevigiane, protagoniste assieme al Monte Grappa della Seconda edizione, ma i Colli Berici ed i Lessini.

Gli equipaggi, dopo le consuete raccomandazioni e la distribuzione del materiale sono così partiti, cadenzati di un minuto l'uno dall'altro, per raggiungere Cologna Veneta, traguardo della prima tappa.








Hanno così lasciato la provincia vicentina alla volta di quella veronese, affrontando le colline che circondano il capoluogo Berico e dopo circa una cinquantina di chilometri tra saliscendi, curve e controcurve hanno raggiunto il primo ristoro alla Locanda Antico Guelfo.







Dopo la consueta pausa di mezz'ora la carovana è ripartita in direzione Lago di Garda per raggiungere il secondo traguardo; tra uno scroscio di pioggia e l'altro gli equipaggi si sono nuovamente ritrovati alla cantina di Castelnuovo del Garda per il secondo ristoro.







La ripartenza, programmata per le 13 è stata posticipata a causa di un imprevisto lungo il percorso della terza tappa, costringendo così l'organizzazione a rinviare la ripartenza di 25 minuti.









Risolto l'imprevisto le vetture hanno imboccato la via del ritorno verso il terzo traguardo, ammirando il lungadige e gli splendidi ponti che caratterizzano la città di Verona.










Lasciato il centro della città scaligera il percorso è ritornato tortuoso ed i Lessini sono diventati protagonisti; accompagnati dalle vigne e dai ciliegi i partecipanti sono giunti a Mezzane di Sotto, accolti dalla cantina Latium Morini, già tappa della prima edizione de Le Strade Dei quattro Anelli.












Qui grazie al supporto di Antonello Moresi e di suo figlio Jacopo di SOS Vino i concorrenti hanno trovato ad accoglierli delle prelibatezze come uova ed asparagi, eccellenti per dargli le forze per affrontare l'ultima tappa verso Montecchio Maggiore.












Anche gli ultimi 50 chilometri di questa terza edizione non hanno certamente fatto annoiare i partecipanti, che lasciata Mezzane di Sotto, si sono diretti dapprima verso San Giovanni in Larione e successivamente Chiampo, per poi giungere attorno alle 17 all'arrivo posto in Piazza Marconi a Montecchio Maggiore.





Transitati sotto al traguardo organizzatori e partecipanti si sono ritrovati in Villa Trissino Marzotto a Trissino per le premiazioni ed il consueto rinfresco finale.
Protagonisti delle premiazioni oltre alla coppia Martini - Moscato che grazie alla loro precisione hanno bissato la vittoria della precedente edizione anche la coppia Cavajoni - Turbini che anche in questa edizione si sono aggiudicati il terzo gradino del podio.


Chi ha conquistato più premi però è stata la coppia Acco - Rossato, portacolori della Scuderia Palladio, che sulla loro Suzuki Samurai del 1986 hanno conquistato sia il secondo posto assoluto sia il Trofeo Brain Onlus dedicato al miglior equipaggio vicentino.


 


Il premio Autovega, dedicato al miglior equipaggio su Audi è andato oltralpe, ai rappresentanti dell' Audi Club Grusch: Tommasini - Heim che su un' Audi Cabrio del 1995 si sono imposti sull'agguerrita concorrenza non sbagliando alcun controllo, concorrenza che invece non ha trovato la coppia Bellotto - Bellenzier che sempre su un'Audi Cabrio, ma del 1996, ha conquistato agevolmente il Trofeo Rosa dedicato al miglior equipaggio femminile.

Per tutti gli altri partecipanti rimasti a bocca asciutta speriamo che la consolazione sia stata la soddisfazione per aver passato una giornata di divertimento, accompagnati attraverso percorsi panoramici e poco conosciuti e che si sia già acceso in loro il desiderio di scoprire quando sarà la Quarta edizione!

Beh semplice: domenica 22 Aprile 2018!!!

Potete già appuntarlo in agenda, noi vi aspettiamo assieme ai ragazzi della Scuderia Palladio e di SOS Vino che in tutte le edizioni ci supportano ed aiutano per la realizzazione dell'evento!






lunedì 27 marzo 2017

Presentazione della Terza edizione de Le Strade Dei quattro Anelli

Arriva la primavera e l' Audi Sport Club svela il risultato del duro lavoro invernale presentando il programma della Terza edizione de Le Strade Dei quattro Anelli!!!

Quest'anno l'appuntamento ha abbandonato il mese di aprile ed è stato spostato di qualche settimana più in avanti nel calendario, al 7 Maggio appunto.





La città di partenza invece è rimasta immutata e sarà Vicenza, il ritrovo degli equipaggi avverrà alle 8:00 alla concessionaria Autovega, dove consegneremo il materiale ed il prezioso road-book, che svelerà ai partecipanti il percorso disegnato per loro quest'anno.



Alle 9:00 prenderà il via la manifestazione ed i partecipanti da subito lasceranno la pianura per affrontare i Colli Berici; tra salite, discese e viste panoramiche giungeranno a Cologna Veneta per il primo ristoro allestito dalla Locanda Antico Vallo.

Dopo una pausa di mezz'ora la carovana, ripartirà verso il veronese per giungere alla Cantina di Castelnuovo del Garda dove verrà allestito il secondo ristoro.

Indicativamente per le ore 13 il primo equipaggio lascerà la cittadina veronese per riavvicinarsi al vicentino, verrà così toccata la città di Verona, costeggiando l'Adige, per poi giungere alla cantina Latium Morini, già arrivo della prima tappa della Prima edizione de Le Strade Dei quattro Anelli.

Lasciata la cantina di Mezzane di Sotto, i partecipanti si dirigeranno verso l'arrivo di Montecchio Maggiore, toccando: Tregnago, San Giorgio In Cariano e Chiampo, giunti così in Piazza Marconi le vetture verranno radunate a Villa Trissino Marzotto a Trissino per il rinfresco finale.

Cosa aggiungere?! Non possiamo svelarvi troppo ma possiamo invitarvi ad iscrivervi per vivere una giornata tra strade panoramiche, cantine e tanto divertimento!!!

Per informazioni potete contattrci alla casella: info@audisportclub.com

Il video della Prima edizione:



Il video della Seconda edizione:





I moduli d'iscrizione della Terza edizione:












domenica 26 febbraio 2017

Ex Stabilimento Bugatti Automobili - Assemblea Soci 2017 in un luogo da leggenda.

Inizia un nuovo anno sociale e così l' Audi Sport Club - Italia mette subito a calendario l' Assemblea Soci, programmata per domenica 19 Marzo.

E' stato scelto come teatro di questo appuntamento un luogo estremamente particolare e ricco di fascino: l'ex Stabilimento Bugatti Automobili di Campogalliano (MO).




Lo stabilimento farà da cornice all'evento che segna l'inizio delle attività in programma nel decennale di vita del Club, bisogna infatti ricordare che l' Audi Sport Club è nato il lontano 15 Aprile 2007 e sono ormai dieci anni che svolge varie attività per coinvolgere gli appassionati del marchio di Ingolstadt portandoli a contatto con piloti ed eventi sia rigorosamente marchiati Audi ma non solo.



Ripercorrendo la storia di questo sodalizio sotto l'insegna dei quattro anelli basti ricordare le cinque partecipazioni all' Audi Camp di Le Mans, le due partecipazioni all' Eifel Rallye Festival, le varie volte in cui il Club è stato presente all' Audi Treffen in Grüsch (CH), le numerose visite al Museo Audi di Ingolstadt ed allo stabilimento di Neckarsulm, la partecipazione nel 2009 ai festeggiamenti per il centenario di Audi e la presenza al seguito di Audi Sport Italia nel Campionato Italiano GT.


Da sottolineare inoltre i numerosi eventi organizzati dal Club stesso, dalla presenza del Club dal 2009 al 2015 ad Auto e Moto d'Epoca di Padova all' ultimo nato: "Le Strade Dei quattro Anelli"; appuntamenti a cui hanno partecipato anche illustri ospiti, molti dei quali sono diventati Soci Onorari del Club: da Walter Röhrl a Christian Geistdörfer, passando per Stig Blomqvist, da Dindo Capello a Tamara Vidali e Fabrizio Tamburini, da Emilio Radaelli e Roberta Gremignani a Dieter Gass e Giorgio Sanna, da Antonio Cerlenizza a Pier Antonio Vianello, da Aldo Riva a Filipe Albuquerque, da Marco Mapelli ad Emanuele Zonzini .

Il Club come potete ben comprendere è stato un trampolino di lancio per poter far vivere ai propri Soci momenti indimenticabili e per fargli incontrare personaggi del mondo delle quattro ruote sia del passato che del presente, che senza mezzi termini possono essere definiti leggendari.

Seguendo quindi la tradizione anche questa volta il Club ha percorso la strada della "leggenda" scegliendo di far visitare ai propri iscritti un pezzo di storia italiana, che seppur breve ancora oggi, a distanza di 25 anni affascina ancora gli appassionati non solo italiani del mondo delle quattro ruote.


Appuntamento quindi a domenica 19 Marzo alle ore 10:00 per scoprire, grazie al custode Ezio Pavesi, ultima sentinella dello stabilimento, la storia della Bugatti Automobili di Campogalliano, un altro marchio della Motor Valley Italiana.




JNS

mercoledì 18 gennaio 2017

L' Audi Sport Club a BobbGear su Paddock TV

Non potevamo resistere alla richiesta e così ieri, martedì 17 Gennaio grazie alla segnalazione di Gilberto Santimaria, Presidente dell' NSU Club Italia, ci siamo recati a Milano per essere ospiti della trasmissione Bobb Gear condotta da Franco Bobbiese su Paddock TV.










Abbiamo lasciato l'onere e l'onore della diretta ovviamente al Presidente Stefano Zordan che ha illustrato al cospetto di un folto pubblico di addetti ai lavori ed appassionati di motori la storia di uno dei modelli più particolari della casa di Ingolstadt: l' Audi-Porsche RS2.








E' stata descritta la storia "genuina" e non romanzata di questo modello nato dall'unione temporanea delle due case tedesche, unione che ha dato vita ad un filone di successo per la casa dei quattro anelli, al punto che oggi la sigla RS rappresenta la massima espressione per un modello Audi.













Non vi sveliamo altro e vi lasciamo alla visione della puntata che a brevissimo sarà disponibile sul canale youtube di Paddock TV!!!

lunedì 12 dicembre 2016

Walter Und Ich, la storia raccontata dai protagonisti.

Venerdì 11 Novembre non potevamo mancare, l'asettico invito ricevuto via facebook a cui solitamente si spende al massimo l'attenzione per cliccare "mi interessa" stavolta non poteva lasciare indifferenti degli appassionati come noi del marchio dei quattro anelli; riincontrare la coppia di Campioni del Mondo del 1980 e 1982, non è cosa da tutti i giorni e così, subito è partita la macchina organizzativa per presenziare all'evento, direzione Regensburg, Ratisbona, circa un'ora sopra Monaco.

Il programma era semplice, appuntamento alle 18:30 per la presentazione del libro: Walter Und Ich, un libro particolare, scritto da Christian Geistdörfer per raccontare la storia di una coppia invincibile dei rally dalla fine degli anni '70 fino alla scomparsa dei GruppoB nel 1986, una coppia che ha portato alla vittoria vetture di vari marchi: dalla Fiat 131 Abarth all' Opel Ascona 400, dalla Lancia 037 all' Audi quattro e Sport quattro, con un bottino di 2 titoli mondiali, 14 vittorie di cui 4 conquistate nel Rally di Montecarlo con 4 vetture diverse.

 

La partenza sotto la pioggia, tramutatasi in neve al Brennero non ci ha spaventati, le dirette via facebook per ingannare il tempo e le numerose "invettive" contro i cantieri lungo le autobahn tedesche hanno fatto passare in fretta il viaggio, giusto il tempo di una doccia in albergo e subito pronti per raggiungere il concessionario Porsche di Regensburg sede dell'evento.



Puntualissimi all'appuntamento, tutto era pronto, le numerose copie del libro in bella mostra, una serie di Porsche ovviamente lucidissime ed il nostro amico e Socio Christian Geistdörfer che faceva gli onori di casa ai vari ospiti che varcavano la soglia, noi in tutta sincerità dobbiamo aver conquistato il premio come equipaggio venuto da più lontano, cosa che ha meravigliato lo stesso Christian quando ha scoperto della nostra iniziativa!




Non ci siamo aggiudicati però il premio come fan con l'oggetto più curioso da autografare, visto che noi "furbescamente" ci siamo presentati a mani vuote, cosa che invece non hanno fatto gli altri avventori, ognuno accompagnato da un diverso cimelio da personalizzare con l'autografo dei propri beniamini: dal modellino 1:18 di una Fiat 131 Abarth, a varie fotografie, dallo sportellino della benzina della propria Audi ad altri cimeli storici; un concentrato di passione e rispetto per due campioni che hanno regalato e che regalano, sia con i loro racconti, che con le loro gesta nei rally storici, emozioni a varie generazioni di appassionati ed ammiratori!



Ovviamente anche noi abbiamo subito acquistato la nostra copia, o meglio, il nostro trofeo e ci siamo messi in coda per la dovuta è meritata personalizzazione, abbiamo scambiato qualche chiacchiera con Christian e Walter sperando di carpire qualche informazione sui loro impegni futuri ma con scarsi esiti, quindi ci siamo dovuti consolare con il buffet a base di piatti tipicamente bavaresi.
La serata è corsa via velocemente tra filmati d'epoca e racconti in lingua "originale" purtroppo per noi indecifrabili, ma che a giudicare dagli applausi dovevano essere indubbiamente interessanti, preludio alle ottime recensioni che si sono lette in merito al libro!


Infatti la costante che si è osservata nei commenti è come si sia dato peso alla descrizione dell'evoluzione dell'attività del navigatore assunta negli anni, di cui Christian Geistdorfer è stato un eccellente rappresentante, senza mezze misure una figura fondamentale, la persona che doveva mettere il pilota nelle condizioni assolute di vincere, permettendogli di non doversi preoccupare di nulla se non della gara, un vero scudiero devoto al proprio cavaliere ed allo stesso tempo insostituibile.


Terminata la serata, con il trofeo tra le braccia siamo tornati in albergo pronti per riposarci e prepararci per il ritorno che avrebbe avuto come tappa a Monaco il Museo BMW...per la serie: andiamo a spiare il nemico!

 




Giunti a Monaco approssimativamente alle 10:30 ci siamo tuffati nel mondo dell'elica, ammirando la struttura all'interno della quale vengono consegnate le vetture e vi è l'esposizione di tutta la produzione del gruppo, dalle BMW alle mini, dal reparto moto alla lussuosa Rolls Royce, che faceva un pò specie da vedere, immensa ed incombente dietro ad una minuscola Isetta, che di tanto in tanto, alternata ad una modernissima I3 "sfrecciava" lungo il corridoio trasportando gli incuriositi visitatori!

Dalla parte opposta della strada, attraverso un ponte, che visto il freddo pungente, non sarebbe stato male se fosse stato coperto siamo arrivati al museo, contenitore ultramoderno della storia del marchio Bavarese.
Abbiamo ammirato motori aereonautici e marini, moto di ogni tipo ed epoca ed ovviamente l'intera produzione di vetture, che vengono viste ovviamente con una certa diffidenza da noi Audisti, ma non si può negare che alcune di esse, riescano a far battere anche il nostro cuore.

Terminata la visita abbiamo ripercorso il ponte, accompagnati dal rombo di una RS3 che ripartiva dal semaforo sottostante e che ci riportava al nostro grande amore, dopo una visita all'immancabile shop siamo ripartiti, bisognava tornare in Italia, la nostra minivacanza da 36 ore aveva le ore contate...





...non prima però di uno spuntino per affrontare al meglio il viaggio!!! 

























JNS

sabato 22 ottobre 2016

L' Audi Sport Club a Mondo Motori Show a Vicenza!!!

Cambia la sede ma non certamente la passione, l' Audi Sport Club -Italia non abbandona gli appassionati del marchio dei quattro anelli e gli da appuntamento dal 2 al 4 Dicembre alla fiera di Vicenza in occasione di Mondo Motori Show, il salone dedicato al mondo dei motori e della bici che di anno in anno sta diventando un punto di ritrovo per Club, Scuderie e Team automobilistici!

L'evento sarà l'occasione per i tanti appassionati del marchio di Ingolstadt per incontrarsi e per conoscere in anteprima le iniziative del Club in vista del 2017, in particolar modo la Terza edizione de Le Strade Dei quattro Anelli che partirà dal capoluogo Berico domenica 7 Maggio.

Manca più di un mese all'evento ma il conto alla rovescia è già iniziato!!!